La scuola nella foresta (2020)

Diritti umani e conflitti ● 22 min ● Inglese
Full HD
Lingua sottotitoli: Italiano, Inglese

La donazione è libera, ma ti consigliamo una donazione minima di 4€. Questa cifra minima ci permette contemporaneamente di sostenere l’opera del regista e la gestione di questo sito.
Ti ricordiamo che il film rimarrà per sempre a tua disposizione, nella library personale del tuo account.

Trailer

Scheda tecnica

Regia: Emanuela Zuccalà
Soggetto: Emanuela Zuccalà
Montaggio: Aline Hervé
Produzione: Giulia Tornari per ZONA
Fotografia: Valeria Scrilatti
Color grading e finalizing: Nicola Romano / MAP Studio
Montaggio audio e Sound design: Patrizio Parisi / MAP Studio
Direttrice di produzione: Valeria De Berardinis

Sinossi

In Liberia, la mutilazione genitale femminile è legale *.
Viene praticata come iniziazione a una società segreta di sole donne, chiamata Sande, diffusa in 11 delle 15 contee del Paese.
Sande è considerata custode della tradizione e della cultura degli avi. Nelle sue “scuole nella foresta”, il cui rito d’ingresso è il taglio del clitoride, le bambine trascorrono da pochi mesi a qualche anno, per imparare il rispetto degli anziani, le mansioni di future mogli e madri, le danze e i canti. Rimanendo totalmente analfabete.
Le “scuole nella foresta”, inaccessibili a chi non fa parte della setta, ricevono regolari licenze dal ministero degli Interni.
Finora, l’enorme influenza politica di Sande ha frenato il Parlamento dal varare una legge che criminalizzi la mutilazione genitale femminile.
Se in tanti Paesi africani decenni di battaglie femminili sono riusciti a ridurre le mutilazioni genitali, e a renderle punibili per legge, in Liberia il cammino è appena cominciato.
Dando voce a tre attiviste liberiane per i diritti delle donne, che rischiano la vita per il coraggio di opporsi a Sande, questo film si unisce alla loro denuncia sofferente e appassionata. Con l’intento di sollevare un’indignazione internazionale che riesca a porre fine a queste crudeli tradizioni.

* Secondo l’Unicef, 200 milioni di donne nel mondo hanno subìto una mutilazione genitale. La pratica è stata condannata da numerose risoluzioni dell’Onu, dall’Unione Europea e della stessa Unione Africana. Tra i 27 Paesi africani in cui le mutilazioni genitali femminili sono diffuse, solo cinque non hanno ancora approvato una legge che le consideri reato: Liberia, Sierra Leone, Somalia, Ciad e Mali.

Festival

- Ortigia Film Festival, Siracusa (Italia), 2020 - Directed by Women Turkey International Short Film Festival, Istanbul (Turkia), 2020. Primo premio della categoria internazionale - Sedicicorto Film Festival, Forlì (Italia), 2020 - Terra di Tutti Film Festival, Bologna (Italia), 2020 - DIG Awards, Modena (Italia), 2020. Finalista nella categoria Reportage Medium - Africa Film for Impact Festival, Abuja (Nigeria), 2020 - Women Of The Lens Film Festival, Londra (UK), 2020 - Accordi @ Disaccordi – International Short Films Festival, Napoli (Italia), 2020 - Select Respect Film Festival, Thessaloniki (Grecia), 2020 - Festival Internacional De Cortometrajes Cine Mundo Online, Rio Negro (Argentina), 2020 - Olhares do Mediterrâneo Women’s Film Festival, Lisbona (Portogallo), 2020 - Dona i Cinema – Mujer y Cine – Woman & Film, 2021- Miglior Documentario di cortometraggio - Premio giornalistico internazionale “Marco Luchetta” (Trieste, 2021)

Film consigliati