Delta padano (1951)

Film ● 27 min ● Italiano

La donazione è libera, ma ti consigliamo una donazione minima di 4€. Questa cifra minima ci permette contemporaneamente di sostenere l’opera del regista e la gestione di questo sito.
Ti ricordiamo che il film rimarrà per sempre a tua disposizione, nella library personale del tuo account.

Trailer

Scheda tecnica

Regia: Florestano Vancini
Soggetto: Onorio Dolcetti, Vittorio Passerini, Florestano Vancini
Colonna sonora: Benedetto Ghiglia
Produzione: Camera Confederale del Lavoro di Ferrara, Padus Film, AAMOD - Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico
Fotografia: Antonio Sturla
Commento: Vittorio Passerini
Aiuto regista: Fabio Pittorru
Organizzazione: Tecnis Cattoni

Sinossi

Il film descrive la zona della bassa ferrarese e del Polesine, ovvero del delta padano, osservata da un punto di vista paesaggistico e umano, con un occhio di riguardo a quanto concerne la vita dei suoi abitanti.
Inizia con il racconto della giornata di una famiglia, che, a mano a mano, si tramuta nella storia di un intero paese che vive di inazione forzata, nell'impossibilità di sfruttare la propria terra. E' la storia di 300.000 italiani ai margini delle terre più fertili del nostro paese.
La vicenda ha inizio, tra l'altro, con l'immagine di un bimbo che rientra con la madre, dalla quale ha appena imparato a raccogliere la legna, eludendo la sorveglianza delle guardie. Nella povera casa, gli altri componenti della famiglia si svegliano: non hanno fretta perché non hanno nulla da fare.
Le immagini riprendono le case grigie in fondo alla valle del Po, che reca acqua, ma non alle genti del delta; dodici bambini su cento muoiono di tubercolosi, circa il 40 per cento della popolazione è analfabeta, la scuola è una stanza comune dove comunque è difficile andare, camminando senza scarpe. Anche la maestra vi arriva in bicicletta, quando può.
Ma gli uomini acquistano nella sofferenza coscienza della propria dignità, sintetizzata nello slogan: "Vogliamo la bonifica!". Il film è stato restaurato dall'Archivio audiovisivo nel 1998 con il contributo della Camera del Lavoro di Ferrara e dei comuni del delta padano. Il restauro è avvenuto presso gli stabilimenti di Cinecittà con la supervisione di Guido Albonetti.
Nello stesso anno a seguito del restauro, l'Archivio audiovisivo ha pubblicato un volume dal titolo "Delta padano. Storia di un film e del suo restauro".

Film consigliati